Diari di viaggio,  Portogallo

Coimbra Giorno 1 – Il centro storico

Primo pomeriggio: giro per il centro pedonale

Partiti dalla stazione Oriente di Lisbona,  arriviamo in tarda mattinata a Coimbra, capoluogo della regione portoghese Centro e antica capitale del paese. La città è un piccolo gioiello medievale ed è conosciuta a livello internazionale soprattutto per la sua università che domina dall’alto di una collina tutto il centro abitato.

Largo da Portagem - Coimbra

In attesa di poterci appropriare della nostra camera d’albergo (che apre solo nel primo pomeriggio) cerchiamo di placare la fame di Nives rifugiandoci in un bar/tavernetta dove consumare un panino o una zuppa, anche per evitare la pioggia che caratterizza la giornata.

Dopo aver finalmente posate le valige, ci incamminiamo per il centro a partire da Praça do Comércio dove si sta svolgendo un mercatino di libri, cd e oggettistica varia.  Di seguito, proseguiamo lungo rua Visc. da Luz e rua Ferreira Borges, il piacevolissimo percorso pedonale pavimentato più battuto del centro, costellato di negozi e bar. Giungiamo, quindi, in Largo da Portagem, piazzetta ricca di fiori affacciata sul fiume Mondego. Qui si trova, tra le altre cose, la pastelaria Briosa, dove assaggiare la doçaria conventual, specialità gastronomica di Coimbra.

Tardo pomeriggio: Igreja de Santa Cruz e Sé Velha

La chiesa di Santa Cruz vista dal nostro albergo

Rientriamo, poi, in praça 8 de Maio dove si trovano il nostro albergo, ma anche il municipio e la igreja de Santa Cruz. Originariamente realizzata in stile romanico, poi modificata da aggiunte manueline, la chiesa presenta i tumuli del primo re portoghese Dom Afonso Henriques e di suo figlio Dom Sancho I.  Nel secolo XVIII la struttura fu arricchita con azulejos bianco e blu e con un imponente organo barocco. L’arco antistante il portale esterno è invece di origine manuelina e fu eretto tra il 1522 e il 1526.

Una volta riattraversate le vie precedenti e giunti di nuovo in Largo da Portagem, ci avventuriamo brevemente al di là del fiume attraverso il ponte de Santa Clara, così denominato dall’antico convento situato sull’altra sponda. Preferiamo, tuttavia, ritornare sui nostri passi per addentrarci più profondamente nella città.

 

La Sé Velha di CoimbraAttraverso la porta de Barbacã raggiungiamo la medievale Torre de Almedina che, oltre a essere visitabile, contiene diverse informazioni sulla storia cittadina.

Proseguiamo, quindi, lungo le pregevoli viuzze del centro storico fino a rggiungere la Sé Velha, l’antica cattedrale. Eretta secondo i canoni romanici, la chiesa presenta un incantevole chiostro in cui sono riscontrabili anche influenze gotiche e un meraviglioso portale laterale rinascimentale. Degno di nota anche il piccolo abisde sud con un retábulo in pietra del XVI secolo rappresentante Gesù e gli apostoli.

 

Sera: la Sé Nova, il Jardim da Manga e il Fado de CoimbraLa Sé Nova di Coimbra

In seguito, il nostro percorso ci porta a risalire lungo rua do Norte fino al largo Feira dos Estudantes, periferia della zona universitaria (sulla piazza si affaccia parte del polo 3 dell’ateneo, relativo alle scienze mediche). Sulla sinistra abbiamo il museo Machado de Castro, tra i più importanti del Portogallo, purtroppo chiuso a causa dell’orario ormai tardo; separata dal museo per una strada si erge imponente la Sé Nova (cattedrale nuova), ex collegio gesuita in cui domina lo stile barocco. La nostra visita alla chiesa è molto rapida: il custode ci intima infatti ben presto di uscire poiché siamo all’orario di chiusura. Tuttavia, riusciamo velocemente ad ammirare le numerose decorazioni in talha dourada, prodotto tipico del barocco iberico, consistente in legno intagliato e successivamente dorato.

 

Vista del Jardim da Manga

La giornata volge verso la conclusione e l’oscurità cresce docilmente intorno a noi. Nel percorso di rientro ci imbattiamo nel grazioso e rinascimentale Jardim da Manga, antica fonte del Monastero di Santa Cruz, opera dei frati agostiniani.

Dopo cena ci rechiamo al Café Santa Cruz, locale ricavato in un ex chiesa parrocchiale del XVI secolo dove è previsto uno spettacolo di fado di Coimbra. Questo è un tipo particolare di fado che viene arrangiato solo in loco e che puoi ascoltare semplicemente ordinando un caffè in determinati periodi dell’anno. Lo spettacolo dura un’oretta e al suo termine ci ritiriamo in albergo.

 

 

Seguiteci nel nostro viaggio alla scoperta di Coimbra e dintorni con la seconda giornata dedicata alla città di Aveiro, la “Venezia portoghese”!

2 Commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.